Alluvione, si mette in moto la catena della solidarietà

Alluvione, si mette in moto la catena della solidarietà

martedì 23 maggio 2023

Partito stamattina dal Caseificio 4 Madonne di Modena un carico di foraggio destinato a un allevamento di Conselice

Alluvione, si mette in moto la catena della solidarietà

Si è messa in moto la macchina della solidarietà tra le cooperative per offrire un sostegno concreto alle imprese messe in ginocchio dall’alluvione che ha colpito l’Emilia Romagna nei giorni scorsi.

Da Modena ad esempio sono partiti stamani 1500 quintali di foraggio, tra fieno e paglia, che il Caseificio 4 Madonne ha raccolto dai propri soci per consegnarli a un allevamento di Conselice, area nel ravennate ancora sommersa dall’acqua.

«Ci siamo sentiti in dovere di fare qualcosa – ci racconta il presidente del Caseificio, Andrea Nascimbeni –. Quando 11 fa anche noi siamo stati colpiti dalle conseguenze del terremoto la solidarietà che colleghi e cittadini ci hanno dimostrato ci ha permesso di andare avanti, di trovare il coraggio e la forza per rialzarci e ripartire».

«Era necessario intervenire subito per salvare gli animali, circa 600 al momento, che non avevano più foraggio e che invece così potranno andare avanti ancora per un paio di settimane almeno – spiega Nascimbeni –. Ma altre cooperative si stanno mobilitando perché l’emergenza proseguirà anche nei prossimi mesi: gli allevamenti e le aree circostanti sono allagati e ancora per molto tempo non si potranno sfalciare i medicai né trebbiare il frumento per la paglia. Si prevedono mesi molto difficili».

 

  Laura Viviani

Riproduzione riservata ©
254

Federazioni