Assemblea. Confcooperative Consumo e Utenza, i temi e gli interventi al centro dei lavori

Assemblea. Confcooperative Consumo e Utenza, i temi e gli interventi al centro dei lavori

giovedì 12 maggio 2022

Una assemblea sentita e partecipata che si è aperta con le video testimonianze delle cooperative dal territorio

Assemblea. Confcooperative Consumo e Utenza, i temi e gli interventi al centro dei lavori

Decidere in un mondo incerto e il ruolo che può avere la cooperazione sono i temi al centro del dibattito dell’assemblea nazionale di Confcooperative Consumo e Utenza in programma oggi a Roma, presso il Palazzo della Cooperazione. Una assemblea sentita e partecipata che si è aperta con le video testimonianze delle cooperative dal territorio. Il presidente Roberto Savini ha sottolineato che “la cooperazione rappresenta i chiodi nella parete verticale, un punto fermo nella tempesta perfetta scatenata dal covid e dalla guerra”. E in quest’ottica diventa strategico il ruolo delle cooperative nella loro funzione sociale prima che economica nel consumo, nel dettaglio nella produzione di energia elettrica nella cooperazione di utenza. Savini ha poi rivolto esplicite richieste alla politica: “Occorre regolamentare le piattaforme e-commerce, dare incentivi per l'acquisto di macchinari ad alta efficienza energetica, creare la consulta permanente delle imprese della distribuzione organizzata, rivedere la tassazione degli extra profitti”. Nel suo intervento Anna Ascani, sottosegretario di Stato al Ministero dello sviluppo economico ha evidenziato che "Sono stati anni difficili nei quali la cooperazione è stata fondamentale per la sua resilienza e generosità. Dobbiamo riannodare i fili della ripresa, superando la crisi energetica in atto". Dirk Vansintjan Presidente di Rescoop, Federazione Europea delle cooperative elettriche e comunità energetiche di cittadini, ha condiviso il lavoro e  Il sostegno dato alle cooperative elettriche e alle comunità energetiche di cittadini durante la pandemia. Spazio al dibattito nella tavola rotonda in cui si è parlato d'incertezza dei mercati, povertà energetica, contributo delle cooperative per trovare risposte creative ed efficaci. A confrontarsi il presidente Savini, Antonietta Mira, Professoressa di Statistica all’Università della Svizzera Italiana e dell’Università degli Studi dell’Insubria, Leonardo Becchetti , Economista Professore Università di Roma Tor Vergata,  Claudia Canevari, Capo Unità Energy Efficiency, direzione generale dell’Energia della Commissione Europea, Paola Valbonesi, Direttrice del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali 'Marco Fanno' dell’Università degli Studi di Padova e Presidente dell’Osservatorio Italiano sulla Povertà Energetica. Al termine della parte pubblica, il saluto del presidente di Confcooperative Maurizio Gardini. "È un'epoca dominata dall'incertezza in cui non dobbiamo lasciarci vincere ma avere coraggio e iniziativa. Dobbiamo intensificare gli sforzi, per responsabilità e coerenza con i nostri principi” questa il messaggio di Gardini rivolto ai cooperatori. I lavori assembleari riprendono nel pomeriggio con l’elezione del presidente della federazione e del consiglio nazionale.

  Alessandra Fabri

Riproduzione riservata ©
67

Territorio