Fisco: Alleanza Cooperative «Crediti d’imposta strumento equo ed efficiente»

Fisco: Alleanza Cooperative «Crediti d’imposta strumento equo ed efficiente»

mercoledì 29 marzo 2023

Il parere espresso in audizione alla commissione Finanze del Senato 

Fisco: Alleanza Cooperative «Crediti d’imposta strumento equo ed efficiente»

Aiuti più rapidi e a una maggior platea di beneficiari. È una promozione a pieni voti quella dell’Alleanza delle Cooperative, che nel corso dell’audizione nella commissione Finanze del Senato nell’ambito dell’indagine conoscitiva sugli strumenti di incentivazione fiscale, ha ribadito quelli che sono i  principali benefici dello strumento fiscale del credito di imposta.

«L’utilizzo dei crediti d’imposta “agevolativi” come strumento di politica industriale o economica – è stato ribadito dai rappresentanti delle principali centrali cooperative - ha indubbiamente ampliato le possibilità di accesso alle agevolazioni, prescindendo dalla struttura, dalla forma, dalla dimensione e dalla specialità dei regimi fiscali dei potenziali destinatari. Il maggior coinvolgimento delle piccole imprese agli istituti premiali svolge anche una funzione di partecipazione dal basso all’attuazione della politica industriale». 

Inoltre, la maggiore esigibilità del credito d’imposta rispetto ad altre misure di effetto analogo permette di veicolare con maggiore rapidità gli aiuti alle imprese. Sappiamo quanto ciò è stato determinate durante le emergenze degli ultimi tre anni.  

La natura fiscale e non amministrativa del credito d’imposta consente poi un funzionamento per così dire “automatico” che riduce i costi amministrativi di un contributo diretto a fondo perduto. 

«Infine – ha concluso l’Alleanza - se il legislatore vuole raggiungere le fasce più povere (e quindi incapienti) attraverso lo strumento fiscale non può prescindere da strumenti esigibili e cedibili – quali il credito d’imposta, a date condizioni cedibile a terzi – perché solo attraverso queste misure è possibile accompagnare i contribuenti a comportamenti onerosi (ancorché virtuosi) che altrimenti non adotterebbero; chiamando così effettivamente alla transizione economica ed energetica coloro che ne rimarrebbero altrimenti esclusi»

  Laura Viviani

Riproduzione riservata ©
31

Territorio

Federazioni