Nasce la "Bottega di San Leo". La cooperativa FerMenti Leontine prende in gestione lo storico punto vendita e ne evita la chiusura

Nasce la "Bottega di San Leo". La cooperativa FerMenti Leontine prende in gestione lo storico punto vendita e ne evita la chiusura

giovedì 30 marzo 2023

Dopo una gestione quarantennale le sorelle Elisabetta e Rosalba Olei cedono l’attività alla cooperativa di soci e cittadini di cui sono entrambe socie e volontarie. La continuazione della storica attività a partire già da questo sabato 1° aprile

Nasce la "Bottega di San Leo".  La cooperativa FerMenti Leontine prende in gestione lo storico punto vendita e ne evita la chiusura

La cooperativa di comunità FerMenti Leontine ha acquisito il minimarket di San Leo (RN) dalle sorelle Elisabetta e Rosalba Olei che, dopo quarant’anni, hanno deciso di cedere l’attività alla cooperativa di cittadini di cui sono entrambe socie e volontarie.

La cooperativa di comunità, grazie all’impegno diretto dei soci Valentina Pozzi e Samuele Nucci, prenderà in gestione il minimarket per mantenerlo un punto vendita di riferimento per gli abitanti e per i turisti del piccolo borgo dell’alta Valmarecchia. È già stata deciso il rebranding dell’attività che si chiamerà «La bottega di San Leo».

FerMenti Leontine gestisce già da alcuni anni il forno di San Leo dove si produce un pane tipico e molto apprezzato. L’attività commerciale del forno è in espansione e l’acquisizione del minimarket diventa una nuova opportunità per dare visibilità ai prodotti tipici del territorio della Valmarecchia e, al contempo, mantenere i servizi essenziali in città preservando l’occupazione.

La gestione da parte della cooperativa FerMenti Leontine comincerà questo sabato 1° aprile: «La nostra è semplicemente la continuazione della storica attività portata avanti per tanti decenni dalle socie Elisabetta e Rosalba - sottolinea Marco Angeloni, presidente di FerMenti Leontine -. Eravamo tutti d’accordo che non si poteva rinunciare ad un punto di riferimento così importante all’interno del borgo e siamo lieti di poter portare avanti questa attività che tanto ha rappresentato, e rappresenta, per San Leo».

  Alessandra Fabri

Riproduzione riservata ©
100

Federazioni