Alluvione: da Emil Banca 100 milioni di euro in tempi rapidi e senza troppa burocrazia

Alluvione: da Emil Banca 100 milioni di euro in tempi rapidi e senza troppa burocrazia

lunedì 22 maggio 2023

Una semplice autodichiarazione per ottenere crediti in tempi rapidi, a un costo inferiore rispetto a quello del denaro, senza spese e senza rate per i primi 12 mesi.

Alluvione: da Emil Banca 100 milioni di euro in tempi rapidi e senza troppa burocrazia

Emil Banca ha previsto una semplice autodichiarazione per ottenere crediti in tempi rapidi, a un costo inferiore rispetto a quello del denaro, senza spese e senza rate per i primi 12 mesi. Poi la moratoria su tutti i tipi di finanziamenti a privati o imprese colpite dall’alluvione e una raccolta fondi a favore di chi si sta occupando dell’emergenza.

«Sospenderemo per almeno un anno le rate di prestiti e mutui delle famiglie e delle imprese che hanno subito danni dall’alluvione, aderendo e se necessario migliorando la moratoria proposta dal Governo – annuncia il direttore generale di Emil Banca Daniele Ravaglia - Abbiamo destinato un plafond di 100 milioni di euro per concedere liquidità per i lavori di ripristino e messa in sicurezza di attività produttive e abitazioni private. Concederemo liquidità a bassissimo costo, senza spese di istruttoria o incasso rata. Per noi sarà un’operazione onerosa, ma speriamo che possa servire a dare un po’ di ossigeno alle nostre comunità».

Emil Banca concederà finanziamenti a tassi più bassi dell’attuale costo del denaro, con una durata fino a cinque anni e con la possibilità, senza nessuna spesa, di non pagare rate per i primi dodici mesi, sia alle famiglie (fino a 20 mila euro concessi al tasso fisso del 2% per i soci Emil Banca e al 3% per il resto della clientela) sia a tutte le tipologie di impresa (fino a 100 mila euro al tasso fisso del 2,5% per i soci e al 3,5% per tutti gli altri) che hanno subito danni.

Per ottenere il finanziamento basterà presentare una semplice autocertificazione.

Insieme a Emil Banca si sono mosse le altre tre banche di credito cooperativo del gruppo Iccrea (Bcc Romagnolo, La BCC Ravvenate Forlivese Imolese e Rivierabanca ) che hanno complessivamente stanziato 300 milioni di euro a favore degli alluvionati.

Emil Banca ha anche aperto una raccolta fondi tra i propri soci e clienti a favore di Anpas Emilia-Romagna per ripristinare sedi e mezzi della Protezione Civile, anch'essi fortemente danneggiati.

Iban: IT24K0707202408000000730862

«Non possiamo che stringerci alle famiglie colpite e fare un plauso a chi in questi giorni terribili si è speso per aiutare chi era in difficoltà – dichiara il presidente di Emil Banca Gian Luca Galletti - L’alluvione ha colpito duramente quei territori, dell’Appennino e della pianura, dove abbiamo le nostre radici. A quelle comunità assicuriamo vicinanza, supporto e tutto l’impegno possibile, nostro e dell’intero credito cooperativo.

Questi eventi catastrofici, ormai sempre più frequenti, dimostrano che cambiare rotta è un’assoluta necessità. Emil Banca sarà al fianco di chi vorrà investire sulla transizione energetica e per gli obiettivi dell’Agenda 2030”».

  Alessandra Fabri

Riproduzione riservata ©
136

Federazioni