Ortofrutta, Agrintesa sbarca al Sud e incorpora la cooperativa calabrese Osas

Ortofrutta, Agrintesa sbarca al Sud e incorpora la cooperativa calabrese Osas

Il presidente Gardini, "Agrintesa e Osas rappresentano un avamposto di efficienza e legalità"

lunedì 10 giugno 2024

Ortofrutta, Agrintesa sbarca al Sud e incorpora la cooperativa calabrese Osas

La romagnolo Agrintesa ha celebrato la fusione per incorporazione di Osas, storica impresa cooperativa di Castrovillari (CS) specializzata nella produzione di drupacee e agrumi nei territori della Calabria, areale che da sempre presenta una forte vocazione ortofrutticola.  L'operazione, effettiva a far data dal 1 giugno, è stata coronata con un importante incontro organizzato presso lo stabilimento di Castrovillari quale momento per consolidare l'accordo stipulato tra le due importanti realtà del comparto agricolo.

 

La mattinata è stata avviata dai saluti di Maurizio Gardini - Presidente di Confcooperative Nazionale, che ha ricordato la storia del percorso di cooperazione che ha portato alla fusione per incorporazione, sottolineando con soddisfazione che “Agrintesa e Osas rappresentano un avamposto di efficienza e legalità”.

 

Presente all'incontro Gianluca Gallo - Assessore all'Agricoltura, Risorse agroalimentari e Forestazione della Regione Calabria che ha rimarcato il ruolo di primo piano delle due realtà cooperative nel panorama agricolo nazionale, con un particolare riferimento ad Osas e alla lungimiranza avuta da Gaetano e Giuseppe Nola, imprenditori pionieri sul territorio ed esempio di cooperazione agricola in Calabria. “Vogliamo avere un'agricoltura che innova - ha insistito Gallo - così da incentivare i giovani a rimanere in Calabria e fare agricoltura. Per farlo è necessario inoltre modificare il racconto di questa terra permettendole di essere attrattiva, anche verso altri mercati. E l'accordo con Agrintesa porterà sicuramente benefici da questo punto di vista”.

 

I vertici Agrintesa, il presidente Aristide Castellari e il direttore generale Cristian Moretti, accompagnati da una compagine nutrita di amministratori e membri del comitato dei delegati, hanno evidenziato una profonda partecipazione al percorso di fusione “desiderata da entrambe le basi sociali”. La recente incorporazione di Osas assume una rilevanza strategica in quanto consente ad Agrintesa di ampliare le zone e il calendario di produzione, tutelando contestualmente dal rischio climatico il business della Cooperativa nel comparto ortofrutticolo.

 

L'incontro del 4 giugno ha rappresentato dunque una tappa di un cammino condiviso ed è la manifestazione tangibile della volontà di lavorare insieme, tutelando e difendendo gli interessi di tutti i soci. La visita allo stabilimento e ad alcune aziende agricole del territorio ha rappresentando ulteriore momento di scambio e di conoscenza tra soci della cooperativa più importante del comparto ortofrutticolo italiano. Luigi Nola ha guidato la visita allo stabilimento di Castrovillari e accompagnato gli ospiti illustrando gli impianti ed i processi, mostrando la professionalità, le competenze e l'efficienza del lavoro svolto, puntando l'attenzione sulle risorse umane all'interno dell'azienda e sulle opportunità di sviluppo per gli anni a venire.

  Alina Fiordellisi

Riproduzione riservata ©
26

Federazioni